martedì 2 aprile 2013

Dopo il 'conclave virtuale', anche il 'pontificato virtuale'...

Estraggo, questa puntuale riflessione da un nuovo articolo di Padre Scalese. Il problema è che siamo sommersi da una informazione pilotata ed è difficile muoversi in questo ginepraio 'virtuale' senza una maggiore e più consapevole adesione alla realtà, andando avanti per la propria strada, evitando il più possibile di fare da casse di risonanza se non, come in questo caso, per riflettere e dare il proprio contributo:

Ho l’impressione che si stia creando un pontificato virtuale, in contrapposizione a un pontificato virtuale precedente, di segno opposto [Ne parlavamo qui]. Mi vado chiedendo in questi giorni: ma che fine hanno fatto tutti i gravissimi problemi che affliggevano la Chiesa durante il pontificato di Benedetto XVI, e che qualcuno pensa possano in qualche modo essere all’origine della sua rinuncia? Sono tre settimane che nessuno parla più di pedofilia nella Chiesa; nessuno parla più di Vatileaks e dei veleni della Curia Romana; nessuno parla più dello IOR. Tutto risolto? È bastato eleggere il nuovo Papa per risolvere automaticamente tutti i problemi? Due son le cose: o era tutta una montatura mediatica allora, o è tutta una montatura mediatica adesso. Non è possibile che problemi che stavano facendo vacillare la Chiesa di punto in bianco scompaiano nel nulla. Si noti bene che, a parte le stupidaggini, finora non è stata fatta nessuna riforma; l’unica nomina che è stata fatta è quella del nuovo Arcivescovo di Buenos Aires; eppure tutto fila liscio come l’olio. Sembrerebbe che il problema fosse uno solo: Joseph Ratzinger. [...]
Comunque, sono convinto che l’atteggiamento che i media hanno tenuto nei confronti di Ratzinger, da un momento all’altro potrebbero assumerlo anche nei confronti di Bergoglio. Fossi nei panni di Papa Francesco, non dormirei sonni tranquilli: mai fidarsi degli adulatori; di punto in bianco potrebbero rivoltarsi contro. Non so se vi siete accorti, ma sono già stati lanciati alcuni “avvertimenti” mafiosi: prima le accuse di aver sostenuto la dittatura militare, ora quelle di aver aderito alla “Guardia di Ferro” (senza parlare del film, del 2012, ma arrivato solo ora in Italia, Mea maxima culpa). Che poi Introvigne o chi per lui dimostri l’inconsistenza di tali accuse, non serve a niente: nel momento in cui il New York Times decide di sferrare l’attacco, non c’è santo che tenga; può essere anche tutto falso, ma il semplice fatto che le stesse accuse rimbalzino da un giornale all’altro, le trasforma in “verità”. A quel punto anche la testimonianza dei Premi Nobel diventa superflua; ciò che conta è quanto dicono i media: una verità virtuale, come virtuale è il mondo in cui viviamo.

36 commenti:

Johannes Climacus ha detto...

C'è un "mondo" per il quale Nostro Signore non prega (Gv. 17,9).
Se così è, la Chiesa non potrà mai convertirlo, da esso deve solo difendersi e rallegrarsi quando sul Suo conto dice ogni sorta di male (Mt. 5,11).
Facciamo attenzione a non condividere con tali nemici di Dio le critiche (legittime) che svolgiamo all'interno della Chiesa mossi da amore per Lei. Costoro La criticano mossi solo da odio diabolico. Non diamo le perle ai porci.

Pax in Maria

Andrea Carradori ha detto...

La copertura mediatica di cui gode questa fase del Pontificato di Papa Francesco è addirittura maggiore di quella, strordinariamente forte, dell'ultima parte di quello di Giovanni Paolo II. Il Clero ( preti e vescovi ) narcotizzati dai continui interventi sulle TV pubbliche e private dei super eccitati profeti della nuova chiesa ( sempre e solo loro ...) stanno ingoiando la pillola ... ma, strano a dirsi, qualcuno si sta ponendo in cuor suo alcune domande... Aspettiamoci una nuova persecuzione curiale ( più papapalina del papa ) rivolta semplicemente a chi osa pensare ! Buona giornata !

mic ha detto...

Siamo consapevoli del doppio binario su cui agiscono i media servitori del mondo. Il problema odierno è che ci sono due fronti di falsità da cui guardarsi e affrancarsi: i media di regime e quelli dei vescovi, sui quali è la cultura egemone a farla da padrona.
È solo la nostra fiducia nel Signore che ci fa andare avanti nonostante.

Johannes Climacus ha detto...

L'unione adultera tra la chiesa (con la "c" minuscola) e la modernità ha generato tanti figli illegittimi ...

Ad ogni modo, pare che il mondo "tradizionalista" stia guastando la luna di miele dei due coniugi...

http://www.corriere.it/cronache/13_aprile_02/prime-critiche-siti-conservatori-a-strappi-liturgici-accattoli_41083314-9b54-11e2-9ea8-0b4b19a52920.shtml


Pax in Maria

bernardino ha detto...

Giorni fa' ho scritto su questo blogg, che le eccellenze entrate nella Sistina erano 115 (meno due che le ritenevo diverse) e chiunque ne fosse uscito sulla balconata dalla fumata bianca avrebbe fatto strabiliare la piazza ed il mondo. Il popolino,come si diceva un tempo a Roma, impazzisce davanti a chiunque, e dimentica subito il passato, e questo le 115 eccellenze lo sanno.Basta guardare,
i media fanno impazzire milioni di persone, alle masse basta la novita' per dare in escandescenze, la gente non sa', non vuole sapere e conoscere gli basta una cosa nuova, impazzisce per un po', il tutto diventa un dio pagano e lo adora e getta via il passato sia prossimo che remoto. Dimenticate forse che a Piazza Venezia quando parlava una certa persona le masse impazzivano, poi alla fine tutti sappiamo che fine gli hanno fatto fare. Molto spesso i media approfittano dell'ignorare della gente, di masse intere, supportati dal grande comando che vuole il bello e cattivo tempo a seconda delle sue convenienze. A quella gente, della Vera Chiesa e di Cristo gli interessa nulla. E' altro che conta. Ecco perche' oggi non si parla piu' di quelle cose di cui sopra, come lo IOR la pedofilia la grande crisi della Chiesa - E' VERO E' TUTTO VIRTUALE'. Pertanto chiunque dei 115 fosse uscito, per la gente sarebbe stata la stessa cosa, (e' vero che chiunque fosse era il Papa, e lo capisco, ma non e' cosi. Voi avete capito cosa voglio dire con chiunque fosse uscito...)
bernardino

Johannes Climacus ha detto...


Concordo con Bernardino, la turba prima acclama, poi grida crucifige! Ed è comunque ugualmente convinta di avere ragione.

Pax in Maria

mic ha detto...

Ad ogni modo, pare che il mondo "tradizionalista" stia guastando la luna di miele dei due coniugi...

Luigi Accattoli, da progressista qual è, riassume le critiche dal fronte tradizionale e in fondo le presenta anche in termini più corretti di altri.
Tuttavia come al solito non ne coglie il succo e ne mette in risalto solo i dati 'esteriori' che fanno vedere i tradizionalisti legati ad un 'fissimo' formalista che tale non è, ma è solo fedeltà, pur incarnata nel nostro tempo, a significati profondi e ineludibili che ormai sembrano oltrepassati e abbandonati dai più...

don Camillo ha detto...

Non bisogna MAI fidarsi degli ebrei che tengono in mano le sorti del mondo! A New York non ci sono più di 2 milioni di ebrei, ma tutti quelli che tengono in mano le finanze del mondo, non a caso la città viene chiamata Jud York!

I giudei con il loro giornale (Jud York Times) tenevano in pugno B16 grazie alle sue turbe psicologiche di rimorso per l'ultima grande guerra europea. Era evidentissimo! ma si sa gli ebrei esagerano sempre (i veri nemici di questa razza sono proprio loro) e questa debolezza l'hanno utilizzata non per pacificare ma per infliggere i chiodi dell' IOR, della pedofilia e dell'immoralità nella Chiesa in un papato assolutamente remissivo.

Le dimissioni dal papato è stato per loro un vero shock! Il cane si è permesso senza avvisarli di rompere il guinzaglio "se n'è andato per il bene delle Chiesa"! Ed è vero!!! e la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la beffa del "Cenecolo" a Gerusalemme. Oggi i Vertici che hanno tramato contro il Papa mentre gli stringevano la mano, ora si scannano tra di loro, rimbalzandosi la responsabilità dell'accaduto.

Ora c'è Francesco! Il peggior Papa che si potessero aspettare! lui non ha turbe, e lo sanno bene, e non mi sembra il tipo che si faccia mettere sotto da loro. Anche perchè se lo attaccassero per le sue vere o presunte "amicizie" con Peron, si scoprirebbe che a finanziare la dittatura c'erano proprio loro, ma per altri motivi.

RIC ha detto...

Accattoli riporta le citiche senza controbatterle. Abbastanza strano.... Cosi' come interessanti sono le critiche "pacate" ma puntuali di Magister. La luna di miele e' durata l'espace d'un matin...

mic ha detto...

Ora c'è Francesco! Il peggior Papa che si potessero aspettare! lui non ha turbe, e lo sanno bene,

Questo discorso delle "turbe" mi pare pressappochista sia nei confronti di Benedetto XVI (verso cui ti esprimi anche poco rispettosamente il che non mi piace) che di Francesco.

Benedetto XVI non ha fatto che ripercorrere le tracce di Nostra Aetate ampliate dal suo predecessore e mostrato uno 'strano' timore riverenziale nei confronti degli ebrei peraltro comune a tutti i vescovi, con punte di rischi di sincretismo attribuibili al vescovo-Bergoglio. Il che non è molto rassicurante.
Lo stesso "timore reverenziale", che io chiamo "calamento di braghe" nei confronti dell'Islam.

E c'è il rischio che il tutto preluda alla Nuova Religione Mondiale. Che, ovviamente, nulla ha a che vedere con un sensus fidei autenticamente cattolico...

Che venga invertita la rotta non appare realistico.

Per ora continuiamo a navigare a vista. Il nostro nocchiero è il Signore e la Tradizione perenne.

bernardino ha detto...

Vero Mic., per ora continuiamo a navigare a vista, la nostra guida e' il Signore e la tradizione perenne. Sopratutto la Vergine SS.ma ci sara' vicina nell'ora del pericolo.
bernardino

don Camillo ha detto...

Benedetto XVI non ha fatto che ripercorrere le tracce di Nostra Aetate

Ma tu soffri di amnesia? E' andato ben oltre. Ti sei dimenticata quella preghiera eretica del Venerdì Santo che B16 ha composto, (lex orandi, lex credendi, buonanotteeee!) sporcando ulteriormente la Settimana Santa Tradizionale??!?! neanche P6 era arrivato a tanto nella suo Messale.

LA DOPPIA SALVEZZA dei giudii che si salvano solo perchè giudii... andando contro la Fede Cattolica?

Latinista ha detto...

Posso confermare che in Germania, che bene o male è casa mia, su certi argomenti c'è un senso di colpa collettivo che è stato procurato ad arte. A questo proposito, e trattandolo proprio come una sorta di turba psichica, si parla di "sindrome di Walser" - dal nome di un intellettuale di sinistra, una specie di Pansa tedesco, che anni fa attirò l'attenzione su questo fatto.

Non so se anche Benedetto XVI ne sia stato condizionato. Credo però che la rotta su cui ci si muove, che sia o no voluta dagli ebrei in quanto tali (e io su questo sono per lo meno scettico), sia piuttosto frutto di una mentalità che è penetrata a fondo in tutta la società occidentale.
Non so quanto Francesco, che per inciso è tutt'altro che ostile e circospetto nei confronti degli ebrei, sia immune da questa mentalità. A me parrebbe che non lo sia granché.

Per questo mi auguro che sia pur vero ciò che alcuni vanno dicendo e a cui mi pare che alluda anche padre Scalese: che quando si verrà al dunque di certe questioni di morale - prima fra tutte quella omosessuale, su cui ora si concentrano le pressioni maggiori - Francesco comincerà a piacere molto meno alla stampa; ma non mi faccio illusioni: il dottorato honoris causa concesso a un rabbino omosessualista dalla Pontificia Università dell'Argentina, auspice il card. Bergoglio, è cronaca di pochi mesi fa.

mic ha detto...

Non mi sono dimenticata niente. Sai bene quanto e in che termini ne ho scritto. Quello che non capisco è su che base, visti anche i precedenti, ti aspetti qualcosa di diverso dal nuovo papa.

don Camillo ha detto...

Quello che non capisco è su che base, visti anche i precedenti, ti aspetti qualcosa di diverso dal nuovo papa.

Dopo la delusione dottrinale perpetrata da B16 (ricordiamoci anche le "belle, bellissime" parole a favore di Lutero, nonché l'Ordinariato e l'ordinazione di non-preti-sposati-angliCani) io non mi aspetto proprio niente di sorprendente.

Ma sua intenzione palese di ricucire con gli (Ort)odossi o volente o nolente dovrà dimensionare le aperture scellerate con gli eretici occidentali e con gli ebrei. Perchè in Russia (prima potenza mondiale) cuore testa braccio armato e banca dell'Ortodossia non è arrivato il Concilio e non ci arriverà mai.

Cesare Baronio ha detto...

Il mio commento all'articolo:
http://opportuneimportune.blogspot.gr/2013/04/i-vestiti-nuovi-dellimperatore-bergoglio.html

Johannes Climacus ha detto...

"Perchè in Russia (prima potenza mondiale) cuore testa braccio armato e banca dell'Ortodossia non è arrivato il Concilio e non ci arriverà mai."


Pare che don Camillo si sia fatto prendere dalla geopolitica ... e vagheggi un nuovo nomos della terra ... attenti a quello che auspichiamo: potremmo ottenerlo!

Pax in Maria

don Camillo ha detto...

vagheggi un nuovo nomos della terra

Non mi far dire cose che non intendo dire. Cristianamente è più consolante guardare Mosca che New York.

Johannes Climacus ha detto...

"Cristianamente è più consolante guardare Mosca che New York."

In questo senso sono perfettamente d'accordo ...

Johannes Climacus ha detto...

D'altra parte, la questione ebraica nel mondo cattolico è stata sublimata al livello teologico, se non addirittura sotereologico: e non solo dalla sinistra, ma anche dalla destra conciliare. Che, per quanto mi riguarda, pari sono.

Ecco un esempio:

http://www.tracce.it/?id=340&id_n=4878

Custos, quid de nocte? Dixit custos: venit mane et nox.

Pax in Maria

Anonimo ha detto...

il Peccato Originale:
Tutta la modernità lavorerà in modo indefesso per negare questa verità di fede. Per il mondo moderno è insopportabile sentire dire che l'uomo nasce cattivo, segnato dal Peccato Originale. È insopportabile sentire dire che è necessario il Battesimo per la salvezza dell’uomo. È insopportabile sentire dire che nell'uomo, dopo il Battesimo, resta un’inclinazione al male, la concupiscenza, e che è quindi necessaria una lotta quotidiana al peccato da parte dei singoli, abbracciando le armi della grazia, che passa ordinariamente attraverso i sacramenti, tutti e sette. Il Papa Pio IX, ispirato da Dio, aveva compreso bene che la negazione del dogma dell'Immacolata Concezione di Maria nascondeva l'altrettanto terribile negazione del dogma del Peccato Originale. Quanti mali sono nati da questa negazione, quante tragedie! “L'uomo nasce buono, è la società che lo corrompe”.

Editoriale di “Radicati nella fede”, aprile 2013

LA MODERNITA’ NON SOPPORTA L’IMMACOLATA
---------------
Molti non vogliono guardare in faccia la realtà: cioè che questo papa vuole compiacere il mondo più che Nostro Signore, e che Gesù è sempre pietra d'inciampo per il mondo, soprattutto per la gran parte dell'umanità, corrotta dalla modernità, che vuole far a meno di Gesù Cristo Salvatore.

mic ha detto...

D'altra parte, la questione ebraica nel mondo cattolico è stata sublimata al livello teologico, se non addirittura sotereologico: e non solo dalla sinistra, ma anche dalla destra conciliare. Che, per quanto mi riguarda, pari sono

Noi siamo fermi negli insegnamenti di Mons. Gherardini e al Magistero perenne.
Ho inserito un mio scritto sulle "due salvezze parallele", purtroppo affermate persino dai Papi, tra le pagine fisse di questo blog.

Cesare Baronio ha detto...

MA qualcuno si è degnato di leggere le opere dei fratelli Joseph e Augustin Lémann, due ebrei convertiti al Cattolicesimo, diventati sacerdoti ed espertissimi di storia ed esegesi?

Consiglio caldamente la lettura di tutte le loro opere!

Johannes Climacus ha detto...

Cara MIC,
conosco e condivido la linea seguita.
Non a caso ho parlato di "destra conciliare" ... che troppo spesso gode di immeritata fama di fedeltà alla Tradizione.

E, concludendo con una frase non mia, "mentre questi distruggono, noi abbiamo la felicità di ricostruire" (Marcel Lefebvre, Ils l'ont découronné).

Pax in Maria

mic ha detto...

"mentre questi distruggono, noi abbiamo la felicità di ricostruire" (Marcel Lefebvre, Ils l'ont découronné).

Beh, stiamo camminando sulle rovine; ma la grazia del Signore, che fa nuove tutte le cose, non viene mai meno e anzi in qualche modo ci 'costringe' ad approfondire quanto non avremmo mai approfondito (e quindi a purificare e a irrobustire la nostra Fede), a moltiplicare le nostre preghiere e a fare quanto in una situazione normale forse non avremmo mai fatto...

Johannes Climacus ha detto...

Sis, Jesu, nostrum gaudium,
qui es futurum praemium:
sit nostra in Te gloria,
per cuncta semper saecula!


Divínum auxílium maneat semper vobíscum.

Pax in Maria

mic ha detto...

Amen.
E ringraziamo il Signore per queste presenze.

don Camillo ha detto...

http://opportuneimportune.blogspot.gr/2013/04/i-vestiti-nuovi-dellimperatore-bergoglio.html

Baronio queste cose non fanno bene alla Tradizione. Ma chi sei per inveire in questo modo, e dopo solo 20 giorni di pontificato?! Dai al Papa regnante del "Re nudo"... Ma siamo impazziti!? e poi da quale pulpito di moralità... Cerchiamo di essere seri e ritroviamo il senso della misura, che a quanto pare, nonostante gli anni trascorsi non riesci a ritrovare.

ps.
saluti da parte di Michelangelo Gherardi.

mic ha detto...

Baronio queste cose non fanno bene alla Tradizione.

Su questo (l'uso di un certo stile e toni tranchat) concordo.
Ma non deve valere solo per il nuovo Papa...

Cesare Baronio ha detto...

Dio mi guardi dall'avere preconcetti su Bergoglio! Le critiche si fanno quando servono e sono costruttive, quando fanno riflettere e mettono in guardia da errori e pericoli per la Fede; non credo mi si possa tacciare di parzialità, visto che anche nei confronti della Santità di Nostro Signore Benedetto XVI sono stato più che critico, e non credo senza motivo.

bernardino ha detto...

Don Camillo! ma davvero dopo G.XIII e P.VI/Bugnini, non possiamo dopo venti giorni dire cio' che dice Cesare Baronio?
Vedendo la Chiesa in queste condizioni e sospettando cio' che avverra' in seguito, da come e' cominciato, non dovremmo avere dei sussulti?
Io il mio cervello non voglio portarlo al macero.
Per tutto l'altro fate voi.
Mons. Lefebvre e' stato un eroe.

bernardino

Mario Alessandri ha detto...

Non voglio commentare i vari commenti, tutti interessanti.. limitandomi solo a sottolineare la critica di Don Camillo a New York senza però accettare l'encomio per Mosca.
Avendo notato l'isolato intervento di Anonimo sulla dottrina del peccato originale vorrei solo rilevare che la Modernità non tende a negarlo, ma a rilevare biblicamente che la "colpa" fu solo dei Progenitori mentre per noi son chiaramente rimaste le "conseguenze"..
Sì, come sostengono gli Ebrei, benchè a lungo tacitati. Nessuna doppia salvezza.. se col battesimo tutti possano entrar a far parte del "popolo eletto" prima limitato a loro. Anche se il battesimo non è necessario per la "salvezza" degli uomini da una colpa originale, reale sì ma di cui tutti sono stati solo vittime.. E dalle cui conseguenze il Messia non ci ha evidentemente liberato..
Nemmeno gli uomini di Chiesa, tanto ipocritamente e oggi ad arte vituperati..

mic ha detto...

Il Messia libera sia dal peccato che dalle conseguenze , ma c'è la scelta responsabile di accoglierne la Grazia. I Santi che intercedono per noi sono testimoni proprio di questo.

mic ha detto...

Che fanno? Buttano a mare il concilio di Trento e il catechismo, ma soprattutto la Croce espiatrice di Cristo Signore e il suo Vangelo?

mic ha detto...

Ed anche la Risurrezione, su cui sempre più viene posta l'enfasi, da cosa ci farebbe risorgere?
Se così fosse, l'apostasia sarebbe già in atto. C'è da tremare; ma non voglio crederci finché non ho prove anziché indizi.
Che il Signore abbia pietà di noi.
Kyrie eleison

Mario Alessandri ha detto...

No, non è la passione morte e resurrezione del Messia (figlio di Dio o dell'Uomo) il problema.. Ma la redenzione.

Ha redento -giustamente- tutta l'Umanità dalla "sua" colpa originale?
Beh, in fondo era un atto dovuto. Quindi ora gli uomini son tutti "eletti" tanto quanto gli Ebrei (col battesimo invece della circoncisione, per fortuna).. Con la Legge da Lui riformata/perfezionata (senza uno jota, od ulteriori riforme) come regola, per tutti indistintamente.

Ha redento -inspiegabilmente- anche dalle "conseguenze" della colpa? E tutti gratis o solo gli uomini di fede?
Forse.. Comunque solo da quelle spirituali, perchè le conseguenze materiali (dolore, fatica, morte) ce le portiamo ancora appresso.. Fede a parte (teorica o pratica)..

In ogni caso, a parte quel povero illuso di Lutero, addio Concilio di Trento! Tutti e due medievali.. La Modernità attende una risposta.. E come diceva Martini attende dalla Rivoluzione francese.. Nonostante 2 Concili Vaticani..
Ora Bergoglio, dopo i tentennamenti dei 3 Predecessori, dovrà darla finalmente la risposta.. Nascondersi dietro un utopico francescanesimo (tanto apprezzato/utile agli astuti nemici della Chiesa, assieme alla pedofilia, come arma per indebolirla) durerà ben poco..